BALLANTINE’S

SCOTCH WHISKY

Uisge-beatha significa whisky in lingua gaelica scozzese, infatti il termine “whisky” deriva dall’errata pronuncia della parola “uisge”. Uisge-beatha significa, tradotto letteralmente, “acqua della vita”.

Ma da dove viene il termine “scotch”? Lo scotch è whisky di malto o cereali prodotto interamente in Scozia e si distingue in cinque categorie: single malt, single grain, blended malt, blended grain e blended whisky. Ballantine’s miscela whisky di malto e di cereali provenienti da ogni angolo della Scozia. Fra questi ricordiamo lo Speyside, l’Islay, l’Highlands, e il Lowlands.

INVECCHIAMENTO

Un whisky prodotto in Scozia, per aggiudicarsi l’appellativo di “scotch” deve invecchiare in botti di rovere per almeno tre anni. In questo modo il whisky interagisce con le botti, dal cui legno assorbe l’aroma e il colore. Qualità della botte e tempo di invecchiamento sono direttamente proporzionali alla quantità di aroma che il prodotto è in grado di assorbire.

In virtù dell’esperienza di lunga data nella produzione di whisky, Ballantine’s vanta un magazzino impressionante di scotch invecchiati, uno fra i più vasti al mondo, pertanto siamo in grado di avere miscele invecchiate per almeno trenta o quarant’anni.

Una volta che il prodotto è imbottigliato, il suo invecchiamento termina. Quindi non ha alcun senso conservare bottiglie in cantina per anni e anni: una volta acquistate vanno semplicemente gustate.

MISCELAZIONE

Uno scotch whisky blended deriva dalla miscelazione di più whisky single malt e single grain e produrlo è tutt’altro che facile. Servono dosi massicce di esperienza, intuito, ottima memoria per i sapori e un olfatto eccellente.

I nostri cinque capi miscelatori hanno fatto la storia di Ballantine’s grazie al loro duro lavoro e all’enorme passione per la qualità. Ciascuno di loro ha curato la qualità e la continuità del marchio Ballantine’s, rimanendo sempre fedeli al carattere originario di questi whisky.

Ulteriori informazioni sulla storia del brand.

IMBOTTIGLIAMENTO

Un whisky di grande qualità si merita una bottiglia di qualità. Per rendere identificabile la qualità del nostro whisky, non c’è niente di meglio di un maestoso stemma araldico, come quello ottenuto dalla famiglia nel 1938 e presente ancora oggi su ogni bottiglia di scotch whisky Ballantine’s. Lo stemma è formato dalla bandiera scozzese e i quattro elementi essenziali per la produzione di whisky: la terra (rappresentata dall’orzo scozzese), l’acqua (proveniente dai vicini torrenti), il fuoco (che riscalda l’infusione in un alambicco di rame) e l’aria (che consente al whisky di respirare una volta all’interno della botte). Un’altra caratteristica presente su ogni bottiglia è la frase latina “Amicus Humani Generis”, ovvero amico di tutto il genere umano. Un amico non ti delude mai.

SCOTCH WHISKY

Uisge-beatha significa whisky in lingua gaelica scozzese, infatti il termine “whisky” deriva dall’errata pronuncia della parola “uisge”. Uisge-beatha significa, tradotto letteralmente, “acqua della vita”.

Ma da dove viene il termine “scotch”? Lo scotch è whisky di malto o cereali prodotto interamente in Scozia e si distingue in cinque categorie: single malt, single grain, blended malt, blended grain e blended whisky. Ballantine’s miscela whisky di malto e di cereali provenienti da ogni angolo della Scozia. Fra questi ricordiamo lo Speyside, l’Islay, l’Highlands, e il Lowlands.

INVECCHIAMENTO

Un whisky prodotto in Scozia, per aggiudicarsi l’appellativo di “scotch” deve invecchiare in botti di rovere per almeno tre anni. In questo modo il whisky interagisce con le botti, dal cui legno assorbe l’aroma e il colore. Qualità della botte e tempo di invecchiamento sono direttamente proporzionali alla quantità di aroma che il prodotto è in grado di assorbire.

In virtù dell’esperienza di lunga data nella produzione di whisky, Ballantine’s vanta un magazzino impressionante di scotch invecchiati, uno fra i più vasti al mondo, pertanto siamo in grado di avere miscele invecchiate per almeno trenta o quarant’anni.

Una volta che il prodotto è imbottigliato, il suo invecchiamento termina. Quindi non ha alcun senso conservare bottiglie in cantina per anni e anni: una volta acquistate vanno semplicemente gustate.

MISCELAZIONE

Uno scotch whisky blended deriva dalla miscelazione di più whisky single malt e single grain e produrlo è tutt’altro che facile. Servono dosi massicce di esperienza, intuito, ottima memoria per i sapori e un olfatto eccellente.

I nostri cinque capi miscelatori hanno fatto la storia di Ballantine’s grazie al loro duro lavoro e all’enorme passione per la qualità. Ciascuno di loro ha curato la qualità e la continuità del marchio Ballantine’s, rimanendo sempre fedeli al carattere originario di questi whisky.

Ulteriori informazioni sulla storia del brand.

IMBOTTIGLIAMENTO

Un whisky di grande qualità si merita una bottiglia di qualità. Per rendere identificabile la qualità del nostro whisky, non c’è niente di meglio di un maestoso stemma araldico, come quello ottenuto dalla famiglia nel 1938 e presente ancora oggi su ogni bottiglia di scotch whisky Ballantine’s. Lo stemma è formato dalla bandiera scozzese e i quattro elementi essenziali per la produzione di whisky: la terra (rappresentata dall’orzo scozzese), l’acqua (proveniente dai vicini torrenti), il fuoco (che riscalda l’infusione in un alambicco di rame) e l’aria (che consente al whisky di respirare una volta all’interno della botte). Un’altra caratteristica presente su ogni bottiglia è la frase latina “Amicus Humani Generis”, ovvero amico di tutto il genere umano. Un amico non ti delude mai.